Un locus amoenus per la formazione


Memorix tra le pulci...

Memorix tra le pulci…

NUOVE FORME DI VITA NEL BLOG DI ACCELERAMENTE.

Siamo tutti un po’ darwiniani, noi che abbiamo parcheggiato la nostra auto tra il mondo della scuola e la “casa dolce casa”. Il nostro interesse, più o meno esplicito, è diretto all’evoluzione. Degli altri, e anche di noi stessi. Anzi: direi che l’interesse per il proprio miglioramento è il prerequisito necessario per occuparsi di altri individui. Ma ciò che veramente ci spinge a scavare nel terreno della conoscenza è la curiosità: il desiderio di approfondire la conoscenza di tutto ciò che  ha a che fare con gli esseri umani: “homo sum”… Continua a leggere

Annunci

Le conversioni fonetiche


Le pulci alle prese con i numeri...

Le pulci alle prese con i numeri…

Il rapporto che gli esseri umani hanno instaurato col mondo dei numeri è, almeno per la maggior parte di essi, problematico: espressioni di uso quotidiano, come, per esempio, “dare i numeri”, ne sono una chiara testimonianza. Anche il senso del tempo, sempre per via dei numeri, risulta per molti compromesso: quante persone conosciamo che, pur riuscendo benissimo a leggere l’ora – e anche i minuti e i secondi!- sul proprio orologio da polso, sono sempre e comunque in ritardo?
Calcolatrici, computer, tablet pc e altre meraviglie tecnologiche rappresentano un’ulteriore prova del fatto che per la mente umana i numeri sono un ostacolo: per mezzo di fantastici e (purtroppo!) costosi gioielli elettronici, i Terrestri possono oggi eseguire rapidamente calcoli molto complessi, registrare immediatamente appuntamenti ed eventi senza doverli memorizzare con uno sforzo sovrumano, controllare lo stato della borsa o il proprio conto in banca (quest’ultimo, in particolare, richiede sempre minore impegno!). Continua a leggere

Le regole per costruire una mappa ben formata


Quando le informazioni da ricordare, qualsiasi sia l’argomento in questione, sono troppe per la nostre capacità di apprendimento, possiamo ricorrere alla costruzione di una mappa di sintesi per lo studio. Continua a leggere

Come realizzare schemi e mappe per lo studio


Tutto il contenuto di questo post (testi e immagini) è opera dell’autore ed è protetto dalle licenze Creative Commons (CC).

La mappa contiene tutte le indicazioni utili per realizzare mappe o schemi per lo studio

La mappa contiene tutte le indicazioni utili per realizzare mappe o schemi per lo studio

La realizzazione di una mappa o di uno schema per lo studio può avvenire in molti modi diversi, che si possono raggruppare in due tipologie ben precise:
1. schemi e mappe prodotte scrivendo e disegnando in modo casuale;
2. schemi e mappe realizzate seguendo una procedura specifica, data da un insieme ordinato di azioni che devono essere svolte in una precisa sequenza, e nel rispetto di alcune convenzioni strutturali.
A prescindere dalla bellezza del risultato finale, delle due possibilità io prediligo la seconda, per il semplice fatto che seguire un metodo con rigore garantisce più sicurezza sulla qualità del risultato.  Continua a leggere

Come fotografare immagini con la propria mente


Alle prese con la memoria fotografica

Alle prese con la memoria fotografica

Memoria fotografica. Spesso a scuola si utilizza l’espressione “memoria fotografica”: più come commento che come mnemotecnica, in frasi del tipo “Ehi, però! Ti ricordi tutto! Cos’hai: la memoria fotografica?”. Quasi sempre infatti le persone ignorano che esista una procedura mentale che permette realmente di “scattare delle foto” con la propria immaginazione. A chi ama imparare, o, più semplicemente, desidera servirsi nello studio di un metodo rapido ed efficace, non resta altro da fare che diventare consapevole della strategia corretta per immettere immagini nella propria mente, per poi recuperarle quando se ne ha bisogno (per esempio durante un’interrogazione in aula, ma non solo!). Continua a leggere

Tra i meandri della spirale umana


Prima fascia della spirale umana: i primi 6 livelli di esistenza individuati da Graves

Sintesi della prima serie dei livelli di esistenza

Per Cartesio l’intelligenza era sicuramente il bene più diffuso nel nostro pianeta: egli affermava, infatti, di non essersi mai imbattuto in un individuo che ammettesse di non possederne affatto. Oggi la stessa cosa accade per il cosiddetto “buon senso”: tutti noi pensiamo di possederne in grande quantità, e riteniamo invece che ne sia privo chi manifesta un modo di pensare diverso dal nostro… Continua a leggere